cereali

by Marco Esposito

L’orzo e il farro sono due cereali molto antichi, ma riscoperti solo negli ultimi anni. Infatti, nelle nostre tavole non sono molto diffusi, eppure potrebbero essere addirittura un’alternativa molto più salutare del grano tenero e del grano duro, che sono alla base della dieta mediterranea.
Sono tante le proprietà di questi due cereali, che, se cucinati in maniera originale, sono molto più saporiti di quello che si pensa.
L’orzo è noto per le sue proprietà depurative e rimineralizzanti, essendo ricco in calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro e vitamine B ed E. L’orzo perlato aiuta a ristabilire la flora intestinale e a combattere la stipsi. Inoltre, può essere utile per curare infiammazioni cutanee e della gola.
Il farro, invece, è ricco di proteine e fibre e povero di grassi. Per tali proprietà è molto utile per i soggetti affetti da diabete, malattie cardiovascolari e problemi legati alla pressione sanguigna. Inoltre, grazie alle sostanze minerali che contiene, è utile alle ossa, ai muscoli ed è tra le sostanze antitumorali. Sia l’orzo che il farro sono alla base di ricette ipocaloriche adatte a tutte le stagioni. D’inverno possono essere utilizzati per zuppe calde e ricche di energia, utili per affrontare il freddo e l’influenza. D’estate, invece, si possono preparare fresche insalate, a base di verdure, mozzarelline, lattuga e pesce. In realtà, entrambi i cereali sono accostabili a diversi sapori e cibi, quindi si possono inventare sempre nuovi piatti e nuovi accostamenti. Cosa aspettate? L’estate si avvicina. Rimettetevi in forma e cominciate a pensare alle vostre ricette a base di orzo e farro!

Martina Ferrara

Marco Esposito
About Marco Esposito
cereali
I cereali più antichi del mondo: l’orzo e il farro