villa per matrimoni Napoli

By Villa Scalera

L’abbinamento del vino al Cenone di Capodanno

Il tradizionale Cenone di Capodanno rappresenta un importante momento di condivisione da passare in famiglia o con gli amici più intimi. In queste ultimi anni, sempre più persone si dilettano a cucinare e preparare la famigerata cena del “Veglione” restando fra le mura di casa e proponendo ricette di ogni tipo, da quelle più stravaganti a quelle proposte da grandi chef.
In quasi tutte le case italiane si cena a tema mare e pesce, e forse l’unico piatto immancabile è il cotechino (o lo zampone) con le lenticchie, che dovrebbe assicurare fortuna e benessere economico per l’anno che arriva.
Per una delle cene più importanti dell’anno oltre ad un buon cibo non può mancare dell’ottimo vino abbinato alle varie pietanze e momenti.
Prima di tutto non possono mancare le bollicine per brindare, in questo settore regna lo champagne , ma dal punto di vista qualitativo le produzioni italiane hanno poco da invidiare. Tra i vini Franciacorta, Oltrepò Pavese, Trento Doc e il principe delle bollicine nostrane, il Prosecco, la scelta delle bottiglie per il Capodanno è davvero molto ampia anche se vogliamo essere nazionalisti e privilegiare il tricolore e lo spumante italiano.
Il cenone parte con gli antipasti, con piatti a base di mare, dove si abbina bene uno spumante leggero come il Prosecco che per struttura, eleganza e note aromatiche si accompagna a questi sapori. Chi volesse variare e iniziare da un vino bianco secco, può andare su Chardonnay o Vermentino.
Il cenone di Capodanno prosegue con un primo che mantiene gli ingredienti e il profumo del mare; si va dai classici crostacei alle vongole, o creazioni elaborate con pesci vari, ma non ci si discosta troppo da questa linea. Per questo, l’abbinamento su cui puntiamo è un po’ più originale: possiamo infatti orientarci su classici come Vermentino di Gallura, Soave Classico o Muller Thurgau, in grado di esaltare il sapore delle portate, oppure sperimentare un Moscato giallo secco, che sprigionerà aromi davvero particolari.
La cena va avanti con i secondi, dove le varianti aumentano e le famiglie si “dividono” tra chi continua a preferire il pesce e chi, invece, opta per la carne. Nel primo caso, si può proseguire ancora con le bottiglie suggerite in precedenza, perché i gusti delle portate non si discostano troppo, oppure stappare un Moscato d’Asti che è sempre una valida alternativa. Quanti invece servono pietanze di terra e carne possono spostarsi su dei vini rossi: anche qui ci si può sbizzarrire grazie al made in Italy, e servire una bottiglia di medio corpo, elegante e non troppo profumata.
Per concludere, vicini la mezzanotte a tavola arrivano i dolci che completano l’abbuffata del 31 Dicembre, anche in questo caso le tradizioni regionali sono molteplici e molto differenti: si va dal tiramisù, a cui abbinare un Moscato Fior d’Arancio dei Colli Euganei, ai più classici panettone e pandoro, con cui si abbinano bene delle bottiglie di Albana di Romagna dolce o Moscato bianco.

cereali

By Marco Esposito

I cereali più antichi del mondo: l’orzo e il farro

L’orzo e il farro sono due cereali molto antichi, ma riscoperti solo negli ultimi anni. Infatti, nelle nostre tavole non sono molto diffusi, eppure potrebbero essere addirittura un’alternativa molto più salutare del grano tenero e del grano duro, che sono alla base della dieta mediterranea.
Sono tante le proprietà di questi due cereali, che, se cucinati in maniera originale, sono molto più saporiti di quello che si pensa.
L’orzo è noto per le sue proprietà depurative e rimineralizzanti, essendo ricco in calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro e vitamine B ed E. L’orzo perlato aiuta a ristabilire la flora intestinale e a combattere la stipsi. Inoltre, può essere utile per curare infiammazioni cutanee e della gola.
Il farro, invece, è ricco di proteine e fibre e povero di grassi. Per tali proprietà è molto utile per i soggetti affetti da diabete, malattie cardiovascolari e problemi legati alla pressione sanguigna. Inoltre, grazie alle sostanze minerali che contiene, è utile alle ossa, ai muscoli ed è tra le sostanze antitumorali. Sia l’orzo che il farro sono alla base di ricette ipocaloriche adatte a tutte le stagioni. D’inverno possono essere utilizzati per zuppe calde e ricche di energia, utili per affrontare il freddo e l’influenza. D’estate, invece, si possono preparare fresche insalate, a base di verdure, mozzarelline, lattuga e pesce. In realtà, entrambi i cereali sono accostabili a diversi sapori e cibi, quindi si possono inventare sempre nuovi piatti e nuovi accostamenti. Cosa aspettate? L’estate si avvicina. Rimettetevi in forma e cominciate a pensare alle vostre ricette a base di orzo e farro!

Martina Ferrara

By Villa Scalera

Il Confetto – Villa Scalera

Il confetto ha una storia antichissima, che ai giorni nostri in chiave rivisitata si propone come momento fashion e zuccheroso del giorno del fatidico “SI”.
Secondo alcune fonti che si avvalgono delle testimonianze della famiglia Fazi (447 a.C.) e di Apicio (14-37 d.C.), amico dell’imperatore Tiberio, il confetto era già conosciuto in epoca romana.   Read more

By Villa Scalera

VILLA SCALERA – Tra Passato e Futuro

VILLA SCALERA

Quando siamo bambini si sogna di diventare astronauti, giudici, avvocati, vincere un olimpiade e poi inizia la grande rincorsa.
La rincorsa di qualcosa che ispira le nostre “fatiche”, addolcisce le nostre lacrime, riempie il nostro immaginario e soprattutto ci fa assaporare la paura di non farcela e la gioia di esserci riuscito.   Read more

By Villa Scalera

Il Matrimonio Civile – Villa Scalera

In Italia il matrimonio civile viene celebrato dall’Ufficiale dello Stato civile che per l’occasione deve indossare la fascia tricolore.
Una vecchia legge del 1939 in realtà consente a qualunque cittadino italiano maggiorenne di poter celebrare il matrimonio, quindi in Italia volendo è possibile farsi sposare da un proprio amico o amica.   Read more

1 2
villa per matrimoni Napoli
L’abbinamento del vino al Cenone di Capodanno
cereali
I cereali più antichi del mondo: l’orzo e il farro
Il Confetto – Villa Scalera
VILLA SCALERA – Tra Passato e Futuro
Un matrimonio sopra le righe a VILLA SCALERA
Il Matrimonio Civile – Villa Scalera