Friarielli

By Marco Esposito

Il principale pasto invernale Napoletano: i Friarielli

Il principale pasto invernale Napoletano: i Friarielli

Non tutti sanno che la tipica tradizione culinaria Napoletana è caratterizzata da due prodotti principali:
1. la pizza, importata ed imitata in tutto il mondo, e che negli ultimi tempi è stata riconosciuta, per la gioia di tutti i Napoletani e dei maestri pizzaioli, Patrimonio dell’Unesco;
2. i “Friarielli”, a cui nessun Napoletano può rinunciare per la loro bontà.
Il nome dei friarielli ha origine dal verbo napoletano “frijere”, che vuol dire friggere. I friarielli sono le infiorescensce appena sviluppate, quindi non ancora aperte, delle cime di rapa. Non si trovano ovunque, è possibile reperirli solo a Napoli perché è solo nelle terre della regione Campania che vengono coltivati, in particolar modo nella zona nord-est di Napoli, ovvero nei comuni di Acerra, Aversa, Afragola, Caivano, Cardito, Casoria e Sant’Antimo. Molti anni addietro venivano coltivati anche nella zona collinare del Vomero, oggi considerata una delle zone più prestigiose della città, che appunto veniva chiamata “o’ colle d’ ‘e friarielle”.
In altre regioni d’Italia assumono diverse denominazioni e vengono cucinati anche in modo differente, c’è chi li lessa e chi li cuoce, per esempio a Bari li chiamano cime di rapa e le cucinano con le orecchiette, a Roma vengono chiamati broccoletti, ed in Toscana li chiamano rapini. A Napoli, invece, vengono prima lavati e poi cucinati nell’olio d’oliva con aglio e peperoncino, in poche parole vengono soffritti.
Una piccola leggenda narra che la ricetta dei friarielli sia nata in un vicolo di un quartiere popolare della città, Materdei, da una Signora che aveva un “vascio” (basso, tipiche case popolari situate al piano terra con l’accesso diretto dalla strada) che fungeva da negozio per la vendita di pizzette fritte con il pomodoro. Ogni giorno la signora preparava una grande pentola nella quale ci metteva della sugna e dell’aglio a soffriggere e dove poi immergeva delle pizzette di farina gialla (o’ scagnuozzo) per la cottura. Un giorno, l’aiutante della signora si rese conto che erano finiti i pomodori e che non avrebbero potuto proseguire con la vendita e le portò l’unica cosa che era rimasta nel retro bottega: i broccoletti. Innervosita dalla situazione la signora gettò i broccoletti nell’olio bollente senza curarsene. Dopo qualche istante il negozietto si riempì di un odorino mai sentito, eccezionale, un miracolo culinario. Nacquero così i friarielli e fu subito festa a Napoli.
Nella cucina Napoletana i friarielli creano un binomio indissolubile con la salsiccia, di cui ne rappresentano il contorno tradizionale e si dice che la pizza con salsiccia e friarielli sia stata la prima variante della piazza margherita. Sono considerati i principali cibi da strada Napoletani, non esiste panineria, pizzetteria o rosticceria che non prepari il panino o il calzone con salsiccia e friarielli.
Tutti coloro che non sono Napoletani dovrebbero visitare la città ed assaggiarli, solo così si può capire la bontà di questo piatto.

By Marco Esposito

Matrimono fuori stagione

MATRIMONIO FUORI STAGIONE

Ormai è assodato che il matrimonio è una tipologia di evento che possiamo definire “stagionale”. Tutti o quasi pensano che debba svolgersi nel periodo tra la primavera e l’estate. Probabilmente è vero, ci sono molti vantaggi per chi si sposa in questo periodo e forse uno di questi è sicuramente il tempo.

Non tutti però sanno che un bel matrimonio non è bello solo perché si svolge in un mese caldo, ma è bello perché ci sono tanti elementi che lo rendono tale: la qualità del cibo, la qualità del servizio e non per ultima la location.

Se ci sono questi tre elementi la condizione metereologica passa in secondo piano. Quando c’è esperienza e professionalità, anche un matrimonio svolto in un mese invernale può essere bello.

Anzi, probabilmente, sarà ancora più bello perché unico, originale e soprattutto mai visto.

L’atmosfera sarà sicuramente più suggestiva, ci saranno molte più candele, la varietà floreale disponibile durante la stagione invernale è sicuramente più vasta e ci si può sbizzarrire con innumerevoli tonalità e tipologie di tessuto, a partire dal tovagliato fino alla scelta dei vari nastrini.

Come se non bastasse, c’è anche una più ampia scelta per le diverse tipologie di angoli. Oltre alla solita confettata si può optare per uno splendido angolo del cioccolato, dove vengono presentate le diverse tipologie di cioccolato, o uno sweet table, dove è possibile degustare ed ammirare diverse varietà di dolci. Naturalmente la loro scelta è più indicata in un periodo invernale dato che le temperature non possono alterare la qualità dei prodotti, a differenza di un mese estivo dove le alte temperature potrebbero causare dei problemi ai prodotti esposti.

Insomma basta pensare che un bel matrimonio si svolge solo d’estate, ma ragioniamo sul fatto che invece un mese invernale non è necessariamente un problema nella realizzazione di un matrimonio, anzi ne potrebbe diventare, addirittura, un vero e proprio punto di forza.

villa per matrimonio invernale

By Marco Esposito

Decorazioni matrimonio fai da te

Decorazioni matrimonio fai da te: idee e consigli

Se siete appassionate di bricolage, il fai da te vi rilassa, o semplicemente volete dare al vostro matrimonio un tocco che sia davvero personale, fatto da voi in persona, allora questo articolo vi sarà sicuramente utile.

Negli ultimi tempi, più che mai, la moda del fai da te e del riciclo sta letteralmente spopolando. La società consumistica di una volta si sta pian piano educando al riutilizzo, e aumenta sempre di più la sensibilità verso lo spreco. Si cerca di restituire nuova vita agli oggetti inutilizzati, che con un po’ di creatività e una buona dose di manualità e pazienza, possono diventare dei pezzi unici ed esclusivi.

Tornando al matrimonio, una delle cose che più spesso si preferisce realizzare a mano, per semplicità e velocità, sono gli inviti. Niente di complicato, tutto quello che occorre è della carta particolare e una bella grafia, il resto viene da se.
Anche il centrotavola è una di quelle decorazioni che è possibile realizzare da se. Tutto dipende chiaramente dal tema, ma una delle idee più originali è quella di utilizzare dei barattoli di vetro decorati con stoffa e fiori, ideali per un matrimonio in tema shabby o country chic.

Un’altra idea carina, per tutti quelli che amano cucinare, è quella di creare delle bomboniere fai da te, come ad esempio delle marmellate, da confezionare in dei barattolini etichettati con una frase di ringraziamento.

By Marco Esposito

Fiori e allestimenti primaverili

Fiori e allestimenti primaverili

Come tutte le spose ben sanno (gli sposi, ahimè, ci fanno poco caso), la scelta dell’allestimento floreale occupa una buona percentuale sul totale della riuscita dell’evento, e non è mai così semplice e scontata come può sembrare. Essa è influenzata, infatti, da molteplici fattori, quali il tema, il colore, ma anche e soprattutto la stagione.  Nei mesi invernali la disponibilità di fiori, come si può certamente immaginare, è molto limitata, rispetto invece alla primavera, in cui è possibile modafinil online godere di una quantità innumerevole di specie, tra le più belle e profumate.

Non a caso i fiori più amati dalle spose sono quasi canadian pharmacy online tutti primaverili. Tra i più richiesti vi sono senza dubbio le peonie, che con i loro colori tenui e delicati, ben si prestano ad uno stile country chic, romantico e raffinato. Apprezzatissimi anche i tulipani, fiore simbolo dell’amore profondo, disponibile in tantissime sfumature e per questo adattabile a qualsiasi tipo di allestimento. Altro fiore molto richiesto è poi l’ortensia, dall’aspetto soffice e vaporoso, particolarmente adatto ad allestimenti in stile bohème.

E in ultimo, ma non per importanza, vi è poi la rosa, un classico pharmacy online intramontabile, che mai deve mancare in un allestimento matrimoniale, non solo per il suo valore significativo, ma anche e soprattutto per la sua bellezza, che la fa da regina incontrastata di tutti i fiori.

Tutto Sposi 2016

By Marco Esposito

Tutto Sposi 2016 Work in Progress

TUTTO SPOSI 2016, WORK IN PROGRESS

Pizzo, merletti, fiori e confetti. È cominciato il conto alla rovescia verso la consueta fiera “Tutto Sposi”, che come ogni anno , accompagna la fine della stagione matrimoniale, preannunciandone una nuova, con tante novità e spunti dal mondo del wedding.
Fiore all’occhiello della nostra città, da anni ormai la fiera rappresenta una ampia vetrina dove le migliori location, i grandi fotografi, i fioristi più originali, gli atelier più prestigiosi e tante altre aziende che ruotano intorno al settore matrimoniale scendono in campo, mettendo in mostra il proprio prodotto.
Utile ai futuri sposi che ancora non hanno programmato nulla, per poter cominciare a farsi un idea di come e dove organizzare il proprio matrimonio; ma anche a chi ha già prenotato la location, per poter prendere spunti dalle nuove proposte nel campo dell’allestimento, dell’oggettistica e dell’artigianato; ogni anno “Tutto sposi” attira una miriade di persone da tutta la Campania, mettendo in diretto contatto professionalità e giovani coppie di innamorati desiderosi di coronare il proprio sogno.
Ebbene, anche noi di in casa Aloha, Meet-Babes.com in qualità di professionisti del wedding, ci stiamo preparando per l’evento, con nuovi video da mostrarvi, una nuova brochure da consegnarvi e tanti altri simpatici gadget.
Vi aspettiamo al padiglione 1, dal 22 al 30 ottobre, con uno stand molto particolare e tante novità da raccontare!!

Sposarsi in Autunno

By Marco Esposito

Sposarsi in Autunno

Mille motivi per non sposarsi d’estate, ovvero per prediligere i mesi autunnali.

L’estate è da sempre la stagione prediletta per sposarsi e organizzare feste di matrimonio. Ma ultimamente sono in aumento anche le coppie che scelgono i mesi in prossimità della bella stagione, o addirittura quelli invernali, per tante valide ragioni, che molto spesso vengono baipassate da chi, troppo spesso per timore del cattivo tempo, limita la sua scelta ai mesi estivi. Tuttavia l’epoca dello scioglimento dei ghiacciai e dell’effetto serra che stiamo vivendo, purtroppo ha reso la questione meteorologica del buy modafinil tutto relativa, rendendo tutte queste congetture sul tempo assolutamente inutili. Se consideriamo gli ultimi 10 anni, di fatto,se da un lato le temperature dei mesi di settembre e ottobre si sono molto innalzate, facendo dell’autunno una sorta di prolungamento dell’estate, ma con meno ore di luce, dall’altra parte si è registrato un notevole aumento delle giornate di cattivo canadian pharmacy cialis tempo nei mesi di giugno e soprattutto agosto.
Inoltre scegliendo un matrimonio in periodi autunnali, come settembre o ottobre, non solo vi garantireste belle giornate, ma soprattutto avrete la possibilità di giovare di temperature gradevolmente più fresche, evitando ai vostri invitati sudate e cali di pressione che spesso trasformano la festa in una vera e propria tortura ( la parte maschile dei vostri invitati ve ne sarà immensamente grato!)
La stagione autunnale, inoltre, è anche quella maggiormente www.yourcanadianmeds.com indicata qual’ora vogliate scegliere di organizzare il vostro ricevimento di matrimonio a pranzo anziché a cena.
In questi periodi infatti, le temperature più fresche, e la diminuzione delle ore di luce vi consentirebbe di godere piacevolmente degli spazi esterni, data l’aria rinfrescante, e di pianificare il taglio della torta alla suggestiva ora del tramonto, prolungando quindi la festa con un afterparty sotto le stelle.

1 2 3 4 5 9
Friarielli
Il principale pasto invernale Napoletano: i Friarielli
Matrimono fuori stagione
villa per matrimonio invernale
Decorazioni matrimonio fai da te
Fiori e allestimenti primaverili
Tutto Sposi 2016
Tutto Sposi 2016 Work in Progress
Sposarsi in Autunno
Sposarsi in Autunno